Castelli e terre di Verdi

Se la visita della città ha occupato metà del vostro tempo, vi proponiamo di spostarvi in provincia per godere delle bellezze del nostro territorio.


Castello di Torrechiara

Luogo incantevole, situato su una collina che domina la Val Parma, il maniero fu teatro della vicenda d’amore che legò Bianca Pellegrini a Pier Maria Rossi, splendidamente narrata nella Camera d’oro (1460 circa, attribuita a Benedetto Bembo). La visita al castello di Torrechiara è un tuffo nel passato a cavallo tra la realtà e la favola.

In un paesaggio incantato, tra i vigneti e il greto del torrente Parma, la visita al castello e al borgo di Torrechiara è un tuffo nel passato a cavallo tra la realtà e la favola nel corso del quale non è difficile immaginare l’antica corte animata da dame e cavalieri. Per approfondire la conoscenza del territorio, è possibile visitare l’Abbazia Benedettina di Santa Maria della Neve, il Museo del Prosciutto di Parma a Langhirano, le cantine vinicole e i prosciuttifici dei dintorni.

La Rocca Sanvitale di Fontanellato

Famoso per il fossato che circonda la Rocca, il castello che fu dei Sanvitale custodisce due autentiche perle: la cosiddetta “camera ottica” situata in una torretta e, a piano terra, il camerino affrescato da Parmigianino con scene della vicenda di Diana e Atteone tratte dalle Metamorfosi di Ovidio.

Un saggio della Pittura del Cinquecento che non cessa di meravigliare visitatori e studiosi, per l’eccelsa qualità artistica e per la complessità dei suoi significati. Per completare la visita non potranno mancare due passi nel caratteristico borgo o una visita al Santuario della Beata Vergine del Rosario, risalente al XVII secolo, che con la sua statua lignea della Vergine datata al 1615 è meta di pellegrinaggio da più di quattro secoli.    

Rocca Meli Lupi di Soragna

Castello edificato nel XIV secolo, ancora di proprietà della famiglia Meli Lupi, è tra le dimore più ricercate del territorio e certamente la più ricca di arredi e suppellettili originali. In nessun altro luogo come a Soragna si respira l’aria di un’antica casata, ricca di storia e di tradizione.

In nessun altro luogo come a Soragna si respira l’aria di un’antica casata, ricca di storia e di tradizione. Nel Castello è possibile visitare la sale del piano terra, ancora arredate e ornate da affreschi di Cesare Baglione e Niccolò dell'Abate, e gli ambienti del piano nobile, con il loro tripudio di oro e colori tipico del gusto tardo barocco. Oltre alla Rocca, vale la pena dedicare una giornata intera al borgo di Soragna per visitare la Sinagoga e il Museo Ebraico “Fausto Levi”, la chiesa di San Giacomo Maggiore, il Museo del Parmigiano Reggiano e quello della Civiltà Contadina. Tradizioni e storia a misura d’uomo e di bambino.

Reggia di Colorno

La “Piccola Versailles dei Duchi di Parma”, fu residenza estiva dei Farnese, dei Borbone e di Maria Luigia. Ci accoglie oggi con le sale del piano nobile, l’appartamento privato del Duca Ferdinando, la Cappella ducale di San Liborio e il grande giardino.

Il complesso, ancora interessato da opere di riqualificazione e riallestimento, è tra tutti i castelli il più legato alla storia ducale e alla città di Parma ed è ricco di storie e curiosità legate alla duchessa "Babette", al duca Ferdinando I di Borbone, e alla duchessa Maria Luigia. Ma non solo: ad esempio, lo sapevate che la grande fontana del Giardino Ducale si trovava fino a un secolo fa proprio nel giardino di Colorno? E quale destino ha avuto il Palazzo dopo l'Unità d'Italia? Vi invitiamo a scoprire queste ed altre risposte nel corso di una vista che non mancherà di sorprendervi.  

Busseto e Verdi

L'itinerario verdiano è una full immersion autentica nei luoghi della vita di Giuseppe Verdi pensata per chi desidera rivivere le atmosfere di un tempo. Si inizia dalla sua Casa Natale di Roncole, con la vicina chiesa di San Michele Arcangelo dove Verdi fu battezzato, il Teatro Verdi, inaugurato il 15 agosto 1868 all’interno dell’antica Rocca Pallavicino di Busseto, e la splendida Villa Sant’Agata che conserva intatte le stanze con gli arredi e i cimeli del Maestro.

Altri luoghi significativi, che possono essere compresi in un itinerario di due giorni a Busseto, sono

  • Il Salone di casa Barezzi
  • Il Museo Verdi nella Villa Pallavicino
  • Il convento di Santa Maria degli Angeli
Senza dimenticare la possibilità di approfondire la storia della musica a Parma con le Passeggiate Musicali


Ti interessa questo tour?

These are standard itineraries, each one can be customized.
Per altre curiosità, visita il blog oppure continua il tuo viaggio in Emilia.
Chiedici di più