Mission

Itinera Emilia nasce per portare professionalità, trasparenza e competenze multidisciplinari al servizio del Turismo, sia nella progettazione e nella realizzazione di itinerari personalizzati, sia nella progettazione e realizzazione di servizi integrati legati all’offerta culturale e turistica.
L’unione di questi due piani, non scindibili tra loro, insieme al profondo radicamento sul territorio di Parma e Provincia, costituisce la peculiarità della cooperativa.
Si compone di Guide Turistiche “per passione” e “con passione”, ambasciatrici del territorio e della cultura che, con la propria costante presenza, svolgono funzioni di promozione, tutela e protezione del Patrimonio comune.

Le Guide di Itinera Emilia sono tra le prime firmatarie del Codice Etico della Guida Turistica, redatto sulla base della legge quadro sul turismo n° 217 del 1983 e le varie disposizioni regionali successive in materia, che qui riportiamo in un breve estratto:

1. La Guida Turistica svolge la libera professione operando costantemente in luoghi di lavoro pubblici e privati a cui non è vincolata da contratto ma dove è ospite. (…) Contribuisce dunque a promuovere la consapevolezza del patrimonio storico, artistico, architettonico, ambientale, gastronomico e demoetnoantropologico condiviso. Stimolando la curiosità e arricchendo le conoscenze del cittadino, si impegna così a migliorarne la fruizione.
2. La Guida Turistica contribuisce a sensibilizzare il cittadino adulto al tema della tutela e della valorizzazione del patrimonio storico-artistico. La Guida fornisce strumenti utili per la corretta interpretazione del patrimonio, offrendo una chiave di lettura adatta all’età del visitatore, alla provenienza geografica e al background culturale. Incoraggia quindi il dialogo interculturale e accresce nel cittadino il senso di appartenenza al luogo e di partecipazione alle attività della comunità. (…).
3.La Guida Turistica presta servizio anche per le scuole primarie e secondarie. Svolge quindi un ruolo attivo nell’educazione civica e culturale dei più giovani. Con il suo lavoro stimola la curiosità dei più piccoli coltivando in loro l’interesse per l’arte e il rispetto per il patrimonio.
4. La Guida Turistica, consapevole di quanto sopra evidenziato, è attenta alla propria formazione e all’aggiornamento continuo (…) .
5. Nel suo lavoro autonomo la guida mette al servizio dello Stato il proprio bagaglio di conoscenze, operando nel massimo rispetto del patrimonio culturale ed avendo come obiettivo principale la sensibilizzazione del pubblico, di qualsiasi età o provenienza geografica, al rispetto dei monumenti. La Guida Turistica svolge quindi attività di promozione del patrimonio culturale pubblico e privato (…). Promuovendo la conoscenza dei monumenti, attrae gruppi di visitatori verso le istituzioni museali, comportandosi di fatto come un messaggero di cultura e un promotore delle istituzioni stesse. I suoi obiettivi lavorativi la portano a sostenere costantemente le attività fondamentali del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo, rendendola di fatto una delle sue più preziose alleate.